Modo di dire: “meglio un morto in casa che un marchigiano fuori dalla porta”

"meglio un morto in casa che un marchigiano fuori dalla porta" 
 
Per spiegare tale modo di dire, il significato va ricercato 
nell'iconologia del primissimo stemma della regione Marche, 
il quale era rappresentato:
- da una bella donna (perché la regione è piacente) 
- con le spighe in mano (si allude alla fertilità),
- delle armi nell'altra (l'aspetto virile, 
perché i figli di quella terra erano buoni guerrieri) 
- e un elmo sovrastato da un uccello (un picchio, 
uccello caro a Marte, si narra che appunto un picchio 
condusse le armate sabine nell'Ager Picenus, la terra picena, 
da cui il nome Ascoli Piceno - il picchio è ancora oggi 
il simbolo della Regione) 
- e un cane ai piedi (il quale rappresenta la fedeltà delle genti, 
prima ai romani e poi al papato). 
 
Per concludere: i marchigiani facevano gli esattori delle tasse 
per conto del papato, ed erano per questo invisi ai popoli confinanti 
(soprattutto Romagna e Abruzzo). 
 
Regione Marche
Regione Marche
Fonte: Branzaglia C., Comunicare con le immagini, Mondadori 2003

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...